Articolo pubblicato sulla rivista FMEPoint

L’articolo pubblicato sul numero di Marzo del FME Point riporta un’intervista a Giorgio Casanova, che presenta la fotografia delle attività svolta da Metel e illustra i nuovi progetti che verranno affrontati nel 2012.

Scarica l’articolo in formato PDF

2012_03_12_Articolo_FMEPOINT_gennaio-2012_pagina_8

2012_03_12_Articolo_FMEPOINT_gennaio-2012_pagina_9

Di seguito riportiamo il testo integrale dell’intervista

Anche il 2011 si è chiuso con un bilancio estremamente positivo per la nostra azienda con risultati che dimostrano una crescita costante nei Servizi alla Filiera. Dal punto di vista tecnologico il 2011 ha visto anche il lancio di ulteriori nuovi servizi sulla piattaforma WebEDI, che permette e permetterà sempre di più, lo sviluppo dell’EDI e l’integrazione tra le aziende della produzione e della distribuzione. Oggi si sente costantemente parlare di App (applicazioni), immaginiamoci Metel, come una piattaforma sulla quale possono essere sviluppate ed integrate applicazioni di puro scambio documentale e oggi anche di partnership, come ad esempio la richiesta di disponibilità ai portali dei produttori per gli ordini urgenti. L’Evento Metel del 17 novembre 2011, è stato il Palcoscenico sul quale sono stati presentati i nuovi servizi Metel e che ora sono già operativi. Nel dettaglio è stata presentata la gestione automatizzata del “Ciclo del reso” (i manuali sono disponibili sul sito Metel dal 1° gennaio 2012), il PDF Viewer che permette di vedere in un formato intellegibile i documenti EDI. Un ulteriore servizio consiste nella riconciliazione del ciclo dell’Ordine: inserendo il numero di fattura, il sistema visualizzerà l’elenco degli ordini e dei documenti di trasporto contenuti in essa e dirà se questi ordini e documenti di trasporto sono a loro volta parte di un ciclo EDI. Il Metel Web service, invece, permette di evadere tutti gli ordini urgenti. Sostanzialmente il distributore inserisce la richiesta di disponibilità tramite il proprio gestionale, poi tramite un apposito “bottone” invierà la richiesta al Produttore che restituirà in pochi secondi la risposta. A quel punto il grossista può decidere se confermare l’ordine urgente oppure fare ulteriori verifiche. Infine l’ultimo servizio è il Metel Data Pool che è la naturale evoluzione della gestione dei tracciati dei listini. Oggi le informazioni che orbitano intorno al codice articolo aumentano in numero e nella frequenza con cui variano, per cui Metel si è spinta a pensare un’applicazione orientata al singolo articolo e a tutte le informazioni che lo interessano, a partire dai dati logistici. Sostanzialmente grazie al Metel data Pool è possibile sapere ogni variazione per ogni singolo articolo, senza dover scaricare l’intero Listino. Il produttore potrà definire dei nuovi tracciati che oggi magari scambia con altri mezzi e distribuisce ai propri clienti in modo poco efficiente. Il patrimonio dell’informazione si può così ampliare enormemente. Vantaggio analogo ce l’ha anche il distributore che può scaricare le informazioni con filtri predeterminati. Da quando lavoro in Metel considero questa società come uno “strumento” della Filiera. Per questo motivo ho ritenuto fondamentale lanciare 3 nuovi progetti: MetelForYou, MetelConnect ed il Metellino Verde. Il primo consiste nella realizzazione di una “fotografia” dello stato della Filiera. Diciamo un’indagine, un censimento. Come si evince dal nome stesso, il MetelForYou deve essere considerato da tutte le Aziende (Distributori, Produttori e Agenti) una opportunità di crescita. Perchè attraverso questo strumento saremo in grado di concepire e progettare nuove applicazioni, servizi, soluzioni a vantaggio di tutti. Colgo l’occasione di questa intervista, per sollecitare tutti i vostri lettori a partecipare a questo progetto. Richiede pochi minuti e consente di ricevere un gettone di 100,00 euro da parte di Metel. Il MetelConnect invece è un incentivo che riconosce al distributore, un gettone del valore di 300,00 euro per ogni Produttore presentato a Metel che si abbona al listino. Una bella somma direi, sopratutto se si pensa che ogni Distributore può presentare fino a 20 nominativi, cioè 6.000 euro tondi tondi. I dettagli di partecipazione al MetelForYou e MetelConnect sono disponibili all’indirizzo www.metel.it oppure possono essere chiesti al nostro EDI Key Account Sig. Sergio Bevilacqua sergio.bevilacqua@metel.it Ultimo ma non certo per importanza è il Metellino Verde. Ho creduto fin dall’inizio a questo progetto, che ho sviluppato a quattro mani con Donato Cremonesi, il nostro Responsabile Marketing e Comunicazione. Il Metellino Verde rappresenta il Progetto di Corporate Social Responsibility di Metel che ha l’obiettivo di comunicare l’importanza della dematerializzazione come elemento sociale e non solo di Business. Se un’Azienda dematerializza, non consuma carta, questo porta un evidente vantaggio e beneficio all’Ambiente, quindi alla società. Invito tutti i Lettori della FMEPoint a visitare il nuovo sito Metel, ancora più ricco di informazioni ed opportunità per tutte le Aziende della Filiera.

Giorgio Casanova

Notizie

Eventi

Case History & Tips