Intervista a Roland Gruber, HOPPE SpA

Febbraio 2011 Cesare Ferretti incontra Roland Gruber, HOPPE SpA Metel ha dato un valore aggiunto anche ad un’impresa che non fa parte della filiera del materiale elettrico. E’ possibile identificare quali sono i vantaggi in ambito commerciale?

Noi come HOPPE siamo sempre stati convinti dei vantaggi connessi alla dematerializzazione dei processi logistici ed abbiamo sempre investito in tale direzione cercando di far capire i vantaggi ai nostri clienti, ma tuttora è una strada abbastanza difficile. Eppure i vantaggi sono evidenti: al centro di tutto è la velocità e sicurezza della trasmissione dei dati.

Grazie alla velocizzazione della trasmissione dei dati il e al risparmio di tempo nell’inserimento dei dati relativi gli ordini, il nostro ufficio vendite interno ha più tempo per dedicarsi al territorio, agli aspetti commerciali, alla prevendita, alla presentazione di novità, al supporto Indipendentemente dal settore di appartenenza sono convinto che ogni impresa possa trarre dei vantaggi di questa tecnologia. L’era del fax indubbiamente finirà, ce lo dimostrano i clienti nei mercati export, i quali lo usano sempre meno. Ovvio, prima di usufruirne effettivamente, bisogna investire.

Con questo non è strettamente inteso un investimento di soldi, bensì di tempo: l’anagrafica articoli, le condizioni commerciali e quant’altro connesso con l’ordine deve essere messo a posto. Siccome la trasmissione dei dati avviene automaticamente è esclusa la persona che controlla ed eventualmente può correggere degli errori. Non scordiamoci però del fatto che proprio questa persona può anche commettere degli errori in fase di trascrizione e inserimento ordine manuale.

E’ un vantaggio, quindi, anche in termini di minori costi e di maggiore qualità?

Si, è un grande valore aggiunto anche se ci sono alcuni meccanismi che frenano il pieno sviluppo di questo sistema. Abbiamo ancora qualche difficoltà di aspetto tecnico nella gestione dei dati in arrivo. Non è dovuto a Metel ma è da attribuire al fatto che dobbiamo ancora sistemare le condizioni commerciali.. Il sistema Metel da certamente una maggiore velocità ai processi ed aumenta in maniera significativa la qualità dei dati trasmessi sia intermini di leggibilità sia in termini di certezza delle informazioni trattate.

Avete sperimentato il sistema con alcuni clienti?

Sì. A oggi lavoriamo con due clienti, i quali ci trasmettono gli ordini e ricevono conferma d’ordine e avviso di spedizione. Entro breve attiveremo anche la trasmissione della fattura. Purtroppo con gli altri clienti si continua a lavorare con fax o e-mail. Quindi il vantaggio di operare con Metel lo abbiamo percepito, ma diventerà concreto e importante solo quando saremo riusciti a diffonderlo almeno con un minimo di 50 clienti di medio grandi dimensioni.

Cos’è che frena l’espansione di Metel nella vostra filiera?

Questioni di mentalità e di cultura. Gran parte dei nostri clienti, mi riferisco all’Italia e non ai mercati esteri, sono aziende medio-piccole, aziende familiari che non riescono a valutare l’utilità di passare ad un sistema come quello di Metel. Devo anche sottolineare che molte piccole imprese non sono mai entrate in contatto con questo sistema che nasce e si sviluppa nel comparto del materiale elettrico, il quale è caratterizzato da imprese di medio-grandi dimensioni che, peraltro, hanno addirittura contribuito alla nascita di Metel.

Quali potrebbero essere le soglie per far passare l’utilità del sistema all’interno della vostra filiera?

Senz’altro dovremmo poter contare su un gruppo di almeno alcune decine di Aziende e di conseguenza anche l’attenzione delle piccole realtà verso il sistema Metel salirebbe. Questo obiettivo è raggiungibile ed abbiamo attivato con Metel un piano di lavoro finalizzato ad incontrare nuovi possibili partner, consapevoli che spesso è sufficiente far conoscere Metel ed i suoi servizi per ottenere un rapido consenso.

*La HOPPE è il marchio leader a livello europeo per le maniglie per porte e finestre. L’impresa, che opera dal1952, occupa oggi più di 2700 collaboratori in 9 stabilimentitra Europa e Statiuniti.

Notizie

Eventi

Case History & Tips