Intervista a Leonardo Perego – Amministratore Delegato Elettrowatt

Marzo 2011

Cesare Ferretti incontra Leonardo Perego, Amministratore Delegato Elettrowatt

Qual è stato secondo lei il contributo dato da Metel in ambito amministrativo?

Sicuramente il contributo è stato grande. L’implementazione di Metel ha rappresentato un cambiamento significativo che ha determinato il recupero, all’interno della mia azienda, almeno di una persona grazie all’innovazione introdotta. Il passaggio dal controllo manuale al controllo informatico induce effetti benefici per tutti coloro che operano in amministrazione e, quindi, abbiamo sposato al 100% la logica della fatturazione sostitutiva.

Quando Metel ci propose la fatturazione del ciclo passivo, ne cogliemmo subito i vantaggi, in quanto si ottengono risparmi a 360° gradi e i vantaggi sono stati e sono tutt’ora enormi.

Il futuro è investire in nuove tecnologie, in qualcosa che riduca i tempi manuali, i tempi morti e i servizi di Metel vanno tutti in questa direzione.

A volte, purtroppo per le dimensioni della nostra azienda abbiamo faticato ad implementare e a rendere nostre delle procedure ma passo dopo passo abbiamo fatto il cammino insieme a Metel e ora non potremmo farne a meno.

Possiamo parlare solo di positività.

Ora non avete più carta per quanto riguarda le fatture?

Assolutamente no. L’unica forma di carta utilizzata è la fatturazione al banco di vendita. Per quanto riguarda il resto con la de materializzazione i nostri clienti si trovano il giorno stesso della fatturazione o al massimo la notte successiva tutto ciò che li riguarda. Non debbono più attendere l’arrivo della fattura perché la posta ritarda o piove o la nevica. Il primo giorno lavorativo di ogni mese con un click inviamo le circa 500/600 fatture ai nostri clienti.

Il loro beneficio è che si trovano la fattura pronta immediatamente per il controllo, per l’Iva, per tutte le operazioni amministrative. Anche noi riceviamo le fatture dal nostro consorzio, che è tra virgolette il nostro fornitore principale dal punto di vista finanziario, e sappiamo che prima le riceviamo e meglio è per tutto il processo.

Vede ulteriori passi rispetto a questo tema dell’utilizzo di Metel in ambito amministrativo?

Le bolle clienti, i documenti di trasporto. Siamo arrivati alla fattura, facciamo un passo ancora avanti, guardiamo il passo precedente la fattura, anche questo processo potrebbe essere de materializzato.

Voi siete un’impresa di media dimensione ma avete comunque un’efficienza straordinaria?

Questo è da rimarcare assolutamente. Non è che la dimensione sia l’unico elemento in grado di produrre efficienza, anzi spesso tende a produrre burocrazia e quindi lentezza. I benefici possono essere proporzionati alle dimensioni a condizione che si utilizzino le stesse tecnologie. Un grande distributore con Metel potrà risparmiare 5 o 10 persone, la nostra azienda forse una persona, ma occorre osservare innanzitutto il livello di servizio che siamo in grado di erogare.

Il rapporto tra investimento e risultato è stato congruo?

Non è stato congruo, è stato esponenziale, e lo dico non perché siamo all’interno di un’intervista e voglio enfatizzare la realtà. È assolutamente così: prima nella gestione della logistica si poteva parlare di preistoria. Oggi siamo nel futuro. Stiamo parlando di investimenti con una resa “n” volte superiore all’immaginabile.

Il mondo sta andando avanti con innovazioni continue e Metel è il nostro motore più importante.

Notizie

Eventi

Case History & Tips