Intervista a Michele Giannarelli, Amministratore Delegato MES

 

Febbraio 2001

Cesare Ferretti incontra Michele Giannarelli, Amministratore Delegato MES

Proviamo a riflettere se Metel e i suoi servizi possono essere utilizzati in ambito commerciale?

Il valore aggiunto che Metel sta dando alla filiera dell’elettrico è indiscusso e lo abbiamo ampiamente misurato con la dematerializzazione dei processi logistici e contabili.

In termini commerciali, la grande sfida del futuro sarà l’e-commerce sia come leva di marketing sia come processo commerciale vero e proprio.

È evidente che dobbiamo fare ancora qualche passo in avanti. Metel ha realizzato lo standard per articolo che rappresenta la base per qualsiasi azione volessimo porre in essere in ambito di commercio elettronico ma occorre anche inserire la componente immagine per l’identificazione completa del prodotto. Occorrerà inoltre passare da un linguaggio comune alfanumerico ad una ricerca ad alberi che permetta l’identificazione dell’articolo senza conoscerne il codice, come sfogliare un catalogo elettronico direttamente sul web.

Credo che questa sia un’ulteriore grande sfida che Metel dovrà prendersi in carico per continuare ad erogare un servizio di alto livello ai suoi clienti interessati ad aggredire il segmento del commercio elettronico. Una recente applicazione di Metel che affronta e risolve un antico problema in ambito logistico-commerciale è quella relativa alla creazione del supercodice per la codifica del cavo.

Infatti tramite la mappatura dei codici dei vari fornitori che vengono ricondotti ad un codice comune è possibile gestire lo stesso tipo di cavo indipendentemente dal fatto che i produttori nei decenni lo abbiano codificato con nomignoli e codici propri. Consideriamo che l’applicazione insiste su un miliardo di fatturato pari al 20% degli scambi commerciali della distribuzione. Oggi commerciale e logistica vanno di pari passo e vengono accomunate da Metel nel supporto che si può dare per cercare di gestire e creare valore aggiunto a quelli che sono gli scambi commerciali.

È proprio indispensabile ricorrere all’immagine nel comparto del materiale elettrico?

Assolutamente si. Immaginiamo di considerare il web come una preziosissima libreria a disposizione dell’utente, del cliente sia esso il professionista preparato sia esso uno che si approccia per la prima volta a questo tipo di settore.

Comunque facilitare la ricerca degli articoli tramite un codice comune è strategico, inoltre dare la possibilità a chi sfoglia questo immenso catalogo di avere l’immagine con la scheda tecnica credo che sia una cosa ormai necessaria e abbastanza scontata.

Ci sono esperienze in altri settori da prendere in considerazione?

Ecco, non fa mai male guardarsi intorno, osservare le altre filiere produttive. Io credo che nella sfida di andare a creare una nostra codifica comune, considerandola in due step come parte codifica e parte immagine, noi abbiamo fatto la prima che è anche la parte più difficile. Altri settori (idraulico, auto,..) hanno privilegiato invece la parte immagine. Quindi ad oggi completare questo tipo di supporto per un’organizzazione performante come Metel potrebbe essere un gioco da ragazzi. Credo che bisogna chiudere questo cerchio con l’inserimento dell’immagine e della scheda tecnica per potere operare con efficacia nell’ambito del commercio elettronico.

Ci sono ulteriori attenzioni da tenere in considerazione nella nostra filiera rispetto ai temi trattati in questa breve intervista?

Credo si debba sottolineare la mancata completezza dei codici da parte di alcune industrie, mancanza che produce inefficienza lungo tutta la filiera, ma Metel ha introdotto questa inefficienza nel calcolo per la definizione dell’indice di qualità che pone in evidenza le imprese che danno un contributo importante a questo tipo servizio. Se la distribuzione saprà cogliere l’importanza di questo indicatore e selezionare i produttori in relazione al loro contributo avremo vinto un’altra sfida verso l’eccellenza.

E la MES Academy?

L’Academy è fortemente rivalutata sia internamente che esternamente. Proprio sabato scorso e sabato prossimo sono stati e saranno in azienda due corsi importanti di formazione e di motivazione per tutta la forza vendita esterna e interna. Sabato scorso hanno partecipato a questo corso i Capo Area, i Capo Filiale, i Responsabili di Settore e gli Agenti, mentre sabato prossimo parteciperanno gli operatori addetti alla vendita al banco, gli addetti degli uffici vendita interni e gli uffici tecnici, perché crediamo che in una sana strategia di vendita l’attenzione deve essere posta su persone preparate che credono nel processo dell’azienda e che sottoscrivono lealtà alla vision aziendale. L’Academy sarà oggi e per sempre.

*MES è una Società che dal 1994 commercializza prodotti e soluzioni per uso elettrico nei diversi settori dell’impiantistica civile, industriale, navale, automazione industriale e illuminotecnica.

Notizie

Eventi

Case History & Tips