METELNEWS 13-14: Speciale Evento Metel 2012: L’intervento dei soci

 

L’intervento di ANIE, ARAME, FME.

Riportiamo l’intervento dei 3 soci Metel.

Credo che Metel abbia ancora molte cartucce da poter spendere e la prima cosa a cui penso è Electrocod che, se adeguatamente sfruttato, potrebbe portare uno sviluppo delle rilevazioni statistiche e costituire praticamente un osservatorio della produzione e soprattutto delle prospettive di mercato. Inoltre nel campo delle costruzioni siamo alla vigilia di forti cambiamenti.

L’integrazione dei sistemi elettrico, idraulico, trattamento aria, antintrusione, controllo accessi e altro si sta di fatto concretizzando e questo potrebbe aprire nuovi spazi operativi per lo sviluppo di Metel versi altre filiere.

Antonio Franceschi – ARAME

Buongiorno a tutti. Grazie anche da parte mia per questa bella partecipazione che è un segnale forte. Negli incontri del pomeriggio con i tanti amici che ho avuto il piacere di incontrare abbiamo parlato prevalentemente di crisi, di fatturati che diminuiscono.

Ma io credo che proprio nei momenti di crisi il nostro comparto deve trovare una maggiore coesione e la manifestazione di oggi ne è un esempio.

Coesione è una parola chiave in questo momento, coesione tra tutti gli attori di un sistema sempre alla ricerca di una maggiore efficienza e Metel ne è una parte spesso determinante.

Tutti ricordiamo “il fare sistema” di qualche anno fa a Palazzo Mezzanotte. Da allora abbiamo fatto insieme un bel pò di strada ma ce ne attende ancora molta.

Oggi, comunque, possiamo affermare che la nostra è l’unica filiera italiana a riunire nel ciclo dell’ordine le ultime tecnologie informatiche, tecnologie che sono state adeguate alla possibilità di integrazione di tutte le nostre aziende con l’obiettivo di creare una filiera forte, una filiera che sarà in grado di superare la crisi.

Giampaolo Ferrari – FME

Benvenuti anche da parte mia, in particolare un saluto e un ringraziamento davvero importante e significativo al Presidente Mauri, al Direttore Generale Casanova, a tutto il consiglio di Metel e a tutti coloro che lavorano in Metel perché mai come in questo anno si sta sviluppando sempre di più un indirizzo univoco, un lavoro importante, uno sviluppo che sta contribuendo in maniera significativa all’evoluzione delle nostre aziende.

Direi che Metel lavora su tutti i contesti organizzativi da quello logistico a quello commerciale e a quello amministrativo, quindi a tutto campo.

E’ un’opportunità che sarebbe un delitto non seguire in maniera più attenta e anche più propositiva a maggior ragione in momenti difficili come quelli che stiamo attraversando. Metel è un sistema nostro ma ci sono alcuni distributori e alcuni produttori che stanno volando su altri sistemi.

Credo che sia l’errore più grande che si possa fare a tutela di noi stessi, non tanto e non solo dell’azienda Metel e mi rivolgo primariamente all’industria.

Ci sono troppe assenze ancora, ci sono troppe defezioni nell’acquisire i servizi che può dare Metel.

Metel è fondamentale, ma bisogna averla in linea “tutti” per i servizi che è in grado di erogare.

 

Notizie

Eventi

Case History & Tips